Le Probabilità del Poker Online


Come vincere meglio al poker

La conoscenza delle probabilità del poker è fondamentale per tutti i giocatori che hanno come obiettivo migliorare le proprie capacità e di conseguenza vincere al poker online in modo più “ragionato” e perdere meno fiches su mani marginali.

Nel Poker troviamo due categorie principali di probabilità: quelle legate al piatto, e quelle legate alle carte. Qualsiasi giocatore leggendo quello che segue potrà elevare il proprio livello di gioco perché approfondirà la conoscenza delle modalità con cui le probabilità del piatto e delle mani possono essere usate.

Ecco una chiara descrizione delle due differenti categorie:

  1. Le probabilità e il piatto

    Certamente le più semplici da calcolare, anche durante la partita, queste probabilità del poker online, sono espresse dal rapporto tra il valore del piatto e la scommessa giocata. Ad esempio, nel caso in cui un giocatore per poter continuare a giocare debba scommettere 5 Euro e il piatto ha un valore di 500 euro, le probabilità legate al piatto sono di 100 a 1. Se invece la scommessa da giocare è di 50 euro, sempre con piatto da 500 euro, allora le probabilità sono di 10 a 1.
  2. Le probabilità e le carte

    In questo caso, parliamo delle probabilità che il giocatore ha di migliorare la propria mano pescando una carta o ricevendone di nuove.

    Ecco un paio di esempi:

    • Se nelle tue prime tre carte hai una coppia, le probabilità di migliorare la mano sono da 2,5 a 1 e un qualcosa in più di 3 a 1, in base alle carte presentate dagli altri giocatori.
    • Se decidi di trattenere quattro carte in previsione di un colore, le probabilità del poker di ricevere la carta che ti serve sono 1 su 5. Le probabilità del poker e delle sue carte possono cambiare in virtù della variante, del numero dei giocatori stessi e altri fattori specifici.

La strategia basata sulle probabilità del piatto e delle carte

Proviamo adesso a ‘unire’ i due tipi di probabilità e osserviamo quanto possono essere preziosi durante le nostre partite di poker.

Ad esempio, un giocatore possiede una coppia di 10, un 7 e non ne vede altri al tavolo. Per continuare a giocare deve scommettere 10 euro, e il piatto è di 100 euro. Se osserviamo le probabilità legate alle carte, ci sono 2,5 probabilità a 1 di migliorare la mano, mentre nel caso delle probabilità del piatto, il rapporto è 10:1. Ne consegue che il giocatore può restare in gioco perché le probabilità del piatto sono buone e quelle delle carte non sono negative.

Proviamo adesso a cambiare i numeri del piatto e della scommessa (mantenendo però le stesse carte): con un piatto a 20 euro e una scommessa da 5 euro, le probabilità del piatto scenderebbero a 4:1 e conseguentemente, anche le probabilità delle carte diminuiscono fortemente e non possono essere di alcuna particolare utilità.

Conclusione

E’ dunque evidente che per poter applicare al meglio la propria strategia, si deve sempre tener conto delle probabilità del poker sia per quanto concerne il piatto, sia per quanto riguarda le carte stesse.



Menu Principale